Tenosinovite: l’infiammazione delle mani o dei piedi che dovresti sapere

Il nome può sembrare strano per noi ma, in realtà, è un tipo di problema che molti dei nostri lettori conosceranno.

La tenosinovite è un’infiammazione del rivestimento della guaina che circonda il tendine. È doloroso, incapacitante e focalizzato, specialmente sui piedi e sulle mani.

Possono comparire piccoli urti, la pelle diventa rossa e il paziente non sa molto bene perché. Non hanno subito alcun shock e, tuttavia, il dolore è intenso, anche a riposo, e parte della mobilità è persa.

Gli esperti ci dicono che è importante ottenere una diagnosi precoce. Solo allora possiamo impedire che l’infiammazione danneggi ulteriormente i tendini e i loro rivestimenti, e che soffriamo problemi più seri.

In caso di disagio, non esitare a consultare un buon specialista. Di seguito, spieghiamo i fatti essenziali sulla tenosinovite.
Tenosinovite, un dolore articolare invalidante
Per capire cos’è la tenosinovite, immagina un tendine. Quella struttura perfetta che unisce ogni muscolo della nostra mano all’osso.

Quel tendine, a sua volta, ha un rivestimento, la membrana sinoviale, che protegge e isola i nostri tendini. È proprio qui che avvengono l’infiammazione e il dolore.

La cosa che colpisce della tenosinovite è che colpisce i muscoli flessori, cioè noteremo i primi sintomi di questa condizione quando si muove la mano o si cammina.

All’inizio è un semplice disagio ma, a poco a poco, compaiono infiammazione, intorpidimento e persino febbre.

Tenosinovite 4
Chi soffre solitamente di tenosinovite
La tenosinovite degli arti superiori colpisce soprattutto le donne. Allo stesso modo, anche le persone che praticano sport o che hanno lavori manuali, come sarti, tagliatori di carne o dentisti, ne soffrono.

Quali sintomi ha la tenosinovite?
Dolore ai polsi, alle caviglie o nella pianta dei piedi, nel tallone …
Dopo alcuni giorni appare il rossore o l’infiammazione. Quando ciò accade, il dolore appare anche a riposo.
Le dita delle mani o dei piedi “scricchiolano” quando vengono mosse.
Inoltre, piccole protuberanze possono comparire sulle dita dei piedi o sulle mani a causa dell’infezione.
È difficile per noi manipolare oggetti, camminare, svolgere qualsiasi attività quotidiana … È qualcosa di molto fastidioso.
Tenosinovite 2
Quali sono le cause della tenosinovite
Le cause principali dell’infiammazione della guaina tendinea sono i movimenti ripetitivi delle mani o dei piedi, nonché le cattive posizioni che di solito adottiamo quasi senza rendersene conto.

In ciascuno di questi movimenti ripetitivi e continui si subisce un eccessivo attrito del tendine con l’osso. Usura e piccole lesioni compaiono nella guaina che circonda il tendine, fino a poco a poco, appare l’infiammazione.

La malattia di De Quervain
Una delle più comuni lesioni associate alla tenosinovite è la malattia di De Quervain.

È una condizione infiammatoria dei tendini che colpisce i pollici delle mani.

È sorprendente, ad esempio, che eventi quotidiani come il prendere in braccio un bambino piccolo, cucire, scrivere sul computer o addirittura essere un pianista causino questo tipo di tenosinovite.
Allo stesso modo, potrebbe verificarsi anche il seguente: ci diamo un colpo al pollice. Abbiamo sofferto di un piccolo infortunio al tendine che non realizziamo. Proviamo dolore ma, nel tempo, questo tessuto guarisce.
Tuttavia, questo tessuto cicatriziale può impedire al tendine di funzionare correttamente. È qualcosa che dobbiamo considerare e che può anche causare la malattia di De Quervain.

Tenosinovite3
Trattamento abituale per tenosinovite
L’obiettivo principale del trattamento della tenosinovite è la riduzione dell’infiammazione. Sarà sempre il nostro dottore che ci offre la migliore strategia.

Il più comune è combinare un trattamento farmacologico con qualche tipo di riabilitazione.

Dobbiamo mantenere la mano o il piede immobilizzati per alcuni giorni con qualche tipo di stecca o benda.
La terapia con calore freddo è anche molto efficace in questi casi.
Inoltre, sarebbe consigliabile applicare bagni caldi con acqua di rosmarino. È antinfiammatorio e rilassante.
Le infusioni di zenzero sono altamente raccomandate. Ci permetteranno di ridurre il dolore e i processi infiammatori.
I fisioterapisti sono anche un valido aiuto nel trattamento della tenosinovite. Inoltre, possono insegnarci quali tipi di esercizi potremmo fare a casa per recuperare mobilità e forza.
Ultimo ma non meno importante, è importante considerare un aspetto. La tenosinovite può riapparire, quindi dobbiamo prenderci cura della nostra igiene posturale e dei nostri movimenti.

L’idea di base è di ridurre lo stress e la pressione sui nostri tendini.

Chiedere consiglio ai professionisti, evitare sovraccarichi e, soprattutto, essere consapevoli del fatto che i tendini e le articolazioni sono strutture meravigliose di cui ci si deve prendere cura.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

error: Content is protected !!