Le scuse Lo devo ai miei pazienti con fibromialgia

Buon pomeriggio:

Qui ho trovato un articolo su un fibromialgia medico diagnosticò che si sentiva l’obbligo morale di pubblicare le scuse a tutti i pazienti che passavano attraverso la sua richiesta perché al momento non credeva loro articolo. E ‘incredibile come, in termini di ciò che la vita dà o toglie che possiamo cominciare a vedere i nostri errori e siamo in grado di cambiare il chip di vederci colpiti da qualcosa che non hai creduto. Leggere e godere l’espressione chiara e la sincerità delle parole di qualcuno che dubitava completamente dalla malattia stessa.

“Devo delle scuse per fare.

Vorrei chiedere scusa a tutti i pazienti che ho visto nei miei anni di lavoro in pronto soccorso che aveva dolore cronico da fibromialgia o malattia autoimmune.

Vorrei scusarmi per non sapere, capire ea volte nemmeno credere a quello che stava accadendo.

Vedete, l’assistente scuola medica, come la scuola di medicina, che non ci insegna come queste malattie colpiscono la vita dei nostri pazienti. Essi non ci dicono che è stato incredibilmente stressante per il nostro paziente di venire in ufficio o probabilmente per riposare e recuperare per giorni dopo. Non diteci di sedersi sulla sedia sala d’attesa danneggiato tutte le parti del corpo che sono venuti in contatto con la sedia, vestiti o scarpe. Noi non insegniamo come la vostra famiglia è influenzata dalla loro incapacità di partecipare a cose, dare attenzione e cura al coniuge e ai figli, o anche fare la cena.

Ma ora lo so. E mi dispiace.

Lo so perché ho lottato con fibro e qualche altro problema autoimmune ancora da identificare per diversi anni. Lo so perché ho dovuto insegnare a mio figlio come abbracciare dolcemente. Lo so perché ho sentito i tuoi amici dicono quanto tempo trascorro a letto. Lo so perché non posso più andare fisicamente a vedere i pazienti in un ufficio (per fortuna sono stato in grado di lavorare da casa nel campo emergente della telemedicina). E so perché quel buon vecchio “fibro nebbia” spesso fa sembrare come il mio telefono è tagliato come faccio fatica a ricordare le parole che voleva dire al paziente che sto cercando di aiutare.

In un primo momento, ho voluto nascondere la mia diagnosi di miei colleghi. Eppure c’erano così molti fornitori là fuori che non hanno nemmeno credono fibro era un vero casino (usato per essere uno di loro). Ma negli ultimi due anni di rinvii continui agli specialisti, mette alla prova le risposte peculiari, senza risposte chiare, testando un farmaco dopo l’altro, ho imparato che, anche se la comunità medica si sta aprendo alla realtà che questo è vero, “Loro” io continuo a non capire.

Questo mi ha colpito ancora una volta due giorni fa, quando mi sono seduto in un appuntamento con un reumatologo che ha detto, “non vedo niente di preoccupazione” quattro volte durante la nostra visita. Davvero? Pensi di non c’è bisogno di fare il mio lavoro dal mio letto qualche giorno è preoccupante? Non pensi che l’isolamento causato da non essere in grado di andare a fare e vedere le cose con la mia famiglia è preoccupante?

E ‘tempo per i fornitori di smettere di guardare i risultati di laboratorio e iniziare a guardare l’intero quadro. Anche se i fornitori non hanno una cura, solo un semplice riconoscimento di ciò che i pazienti sono in realtà andando sarebbe un grande passo verso la riduzione del divario tra la vostra realtà e la mia “.

Spero che tu hai dato loro qualcosa di positivo come la speranza che hai portato un po ‘di luce al collega medicina.

Mando baci e abbracci di cotone accattonaggio quota di aiutare più persone.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

error: Content is protected !!