Come può il clima più freddo influenzare la fibromialgia?

Uno studio del 2013 condotto da ricercatori nei Paesi Bassi si è impegnato a esaminare le correlazioni tra i sintomi del dolore associati ai pazienti con fibromialgia e le condizioni meteorologiche. Hanno concluso che ci sono in effetti più prove  contro  quel sostegno temporale che ha un’influenza sui sintomi quotidiani.

C’erano alcuni pazienti con fibromialgia il cui dolore sembrava peggiorare durante il freddo, ma non abbastanza su 333 soggetti da testare per garantire una correlazione conclusiva. Studi simili come quelli che esaminano la correlazione tra artrite reumatoide e tempo, non trovano un legame importante tra condizioni meteorologiche e sintomi simili a quelli riscontrati in pazienti con fibromialgia.

Studi come questi spesso speculano su una teoria simile: che la  convinzione che il dolore fibromialgico sia esacerbato in condizioni climatiche avverse, specialmente quelle legate alle temperature fredde e umide, è ciò che porta al dolore. Prima di uscire con le pistole di piombo, diamo un’occhiata a come vengono a speculare su queste cose.

Basano la teoria su come conducono i loro studi, il che è piuttosto misurato. Di solito istruiscono i pazienti fibro a tenere un registro dei loro sintomi ogni giorno per un determinato periodo di tempo.

Successivamente, i ricercatori prendono i dati dei pazienti e confrontarlo con il tempo in questa zona per ogni giorno, tra cui fattori quali la temperatura, le precipitazioni e la pressione barometrica.

Ogni volta che sono condotti questi studi, in genere ottenere lo stesso tipo di risultati: v’è generalmente alcuna differenza nei livelli di dolore dei pazienti con fibromialgia nelle giornate più fredde, e per alcuni che punto una differenza, è relativamente trascurabile. UNE2001, uno studio ha trovato risultati simili; Tuttavia, hanno anche scoperto qualcosa di molto interessante. Coloro che soffrono di fibromialgia dall’età di 10 erano in realtà molto maggiore sensibilità alle intemperie. Naturalmente, non hanno alcuna spiegazione del perché questo è il caso.

Non ti piace semplicemente quando la scienza ti dice che hai torto riguardo al tuo dolore? Puoi essere una di quelle persone il cui dolore si intensifica davvero nei giorni e nelle stagioni fredde. La ricerca è una cosa divertente, dopo tutto. Non è raro che gli studi vengano condotti allo stesso modo, per affrontare la stessa domanda e per uscire con la conclusione esattamente contraria. Pensando fuori dagli schemi un po ‘, forse ci sono altre spiegazioni per le quali molti fibromialgia spesso sperimentano un peggioramento dei sintomi quando il clima è più freddo.

Ad esempio, hai mai notato come il tuo corpo  reagisce fisicamente al freddo? Pensaci nel contesto del gioco Charades. Per indicare che hai freddo, probabilmente ti pieghi, allunghi i muscoli, tiri il collo e ti afferri le braccia.

Sembra una risposta naturale, un riflesso di sorta. Ma pensa alla tensione nei muscoli per un momento. Quando si ha a che fare con un riacutimento della fibromialgia, può avvertire la sensazione di ogni muscolo del corpo o forse qualche area è dolorante. Può sembrare che un sollievo non venga mai, ma considera la piccola tregua che deriva dal rilassare i muscoli, piuttosto che tenerli stretti.

Terapia termica a infrarossi con la signora-gaga-in-sauna

Ma aspetta, c’è dell’altro! Un altro team di ricercatori guidato da un neurologo e neurologo di New York ha rilevato “un aumento drammatico del numero di fibre nervose sensoriali nei vasi sanguigni della pelle sui palmi delle mani dei pazienti con fibromialgia.

Poiché questi vasi sanguigni mani e piedi aiutano a regolare la temperatura corporea, si aprono quando esposti al freddo.

Pertanto, l’aumento dell’attività potrebbe essere una spiegazione per il dolore aggiunto spesso sperimentato dai pazienti con fibromialgia. Con questo in mente, semplicemente rilassando i muscoli nonostante il freddo non necessariamente farà il trucco. Se le fibre nervose e i vasi sanguigni sono in esecuzione, sembra che l’unica opzione sia quella di stare al caldo.

Ad esempio, la sfortuna della fibromialgia del compagno Lady Gaga utilizza una sauna a infrarossi con  una coperta di emergenza per alleviare il dolore. Puoi avere altri metodi, come stare in casa il più possibile.

Con questa opzione, è importante ricordare che la mancanza di vitamina D dalla regolare esposizione alla luce solare avrà un forte impatto sulla depressione e sulla salute generale. Quindi, sarebbe saggio considerare un integratore di alta qualità. Certamente, vuoi discutere la dose con il tuo medico prima di iniziare questa dieta.

Con o senza fibromialgia, le temperature fredde possono richiedere un pedaggio alle articolazioni e al corpo perché deve lavorare di più per stare al caldo. Qualunque sia la ragione per cui molti pazienti con fibromialgia si sentono peggio durante le temperature più rigide, il dolore è il dolore.

Fai del tuo meglio per essere consapevole di come allunghi i muscoli e come stare al caldo per ridurre al minimo il dolore. Buona fortuna questo inverno!

Leave a Reply

Your email address will not be published.

error: Content is protected !!